PUNTI DI VISTA – 3a Puntata

Salve a tutti e buon 2013!!! Il primo post del nuovo anno riprende una rubrica che era un po di tempo che non aggiornavo per vari motivi.. Ieri, avendo il bimbo con la febbre, non avevo grandi programmi e quindi mi sono impegnato in una bella camminata e armato della mia G12 mi sono avviato a fare il giro del poggetto. Devo ammettere che è una bella faticata ma ne è valsa la pena. Ho scattato qualche foto anche se essendo in un orario di piena luce, quelle “buone” sono state veramente poche…

Comunque vi propongo alcune foto fatte da una prospettiva non comune e credo che molti di voi non abbiano mai visto Cana da questa visuale… 😉


[nggallery id=57]

10 commenti su “PUNTI DI VISTA – 3a Puntata”

  1. Bellissime!
    Cana da questa visuale é rimasta tale e quale nel corso dei decenni.
    Mi ricorda tempi spensierati di vendemmie al Prato e raccolta delle olive alla Moretta.
    E anche quando andavamo a giocare per la via della Pozza o a pallone per il campo della Corte.
    Ricordo benissimo che, per via della tragica pendenza,un tempo si giocava in discesa e l’altro finiva in apnea…..
    Grazie Fede per i bei ricordi!

    Ps
    Sei sicuro che eri al Poggetto……?

    1. Ho fatto quello che si chiama il giro del poggetto. Passando dal borgo e rispuntando dalla croce.. La foto l’ho fatta prima di arrivare al poggetto..

  2. Come al solito hai fatto delle foto splendide . Voglio aggiungere che chi vedeva Cana da quel punto erano quei tanti , tanti Canesi che andavano agli olivi o alle vigne nei numerosi campi che si trovano da quelle parti . Nonna mi diceva che in quella strada si incontrava di nascosto con nonno . Zio Moreno e io la facevamo quando per divertimento andavamo a aiutare nonno Assuero alla vigna oppure a vendemmiare e ci fermavamo a guardare Cana da quel punto di vista e ci meravigliavamo di quanto ci sembrava strana . E i fontanili ? Ora ne è rimasto uno solo ma erano almeno due . Uno è stato distrutto da chi ciecamente ha pensato di fare una strada più comoda invece di pensare al passato e alle storie di tanti canesi che ci si fermavano per riposarsi o per abbeverare il somaro . Peccato che nonna non c’è piú e io non sono stata cosí intelligente da raccogliere e trasmettere tutte le storie che lei mi raccontava successe in quella strada . Peccato !

  3. Grazie per le splendide testimonianze! Bisognerebbe creare una sezione dedicata a questi ricordi.. Mi fa molto piacere avervi risvegliato nella memoria ricordi sopiti ma mai cancellati..

  4. Mi ricordo che Nonno Baffo mi parlava di tre fonti, ricordo solo la fonte Vignacci che era sulla strada che dalla Croce del Borgo va al Borro della Cavaliera……..poi ce n’era una sula via della pozza……poi non mi ricordo.
    Dovrebbe intervenire Lauro!

  5. Io ne ho vista una sicura. Con tanto di iniziali PP incise nel marmo. Ho fatto delle foto ma non erano un granché.. La prossima volta che vado cercherò di farne una decente da poter inserire nel sito..

    W le sinapsi del Piovano!!,

  6. Anche zio Moreno potrebbe essere di aiuto per le fonti , erano la sua meta preferita . Quando gli ho detto che una era sparita voleva partire con la denuncia .
    Certo quella parte era molto frequentata quando si andava ” via” a piedi , poi quando è stata fatta l’altra strada e sono arrivati i motorini e le macchine è stata un po’ abbandononata . Pensate a quanta vita cane se è passata da li

  7. Sfido, con una macchina fotografica competitiva come quella!…..
    …Ricopione!!!…Se non ci fossi io che giro intorno a Cana!!!!……
    Ciao
    P.S. : la fonte vignacci c’è ma lo svizzero gli ha tolto l’acqua ed è mantenuta dalla comunità in stato di fatiscenza!
    quella con la PP è la fonte di Porzio Porciatti. i terreni del poggetto erano i suoi. …..Quanta ingnoranza!!!….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *