CANA CANA AROUND THE WORLD EVENTI — 03 maggio 2013
Una canese in prima linea

Chissà se qualcuno di voi se ne è accorto, se qualcuno glie ne ha parlato. Il primo maggio non c’è stato solo il nostro pranzo come evento.. Ma, di poco più importante, c’è stato anche il concertone del primo maggio a san giovanni, Roma.

Voi direte: cosa centra il concertone di Roma con Cana? Beh, quest’anno è stato un concerto in piccola parte anche nostro.

Ebbene si, per la prima volta nella storia una canese sale su quel palco, davanti a 700 mila (SETTECENTOMILAAAAA) persone. Sale non per cantare una canzoncina e per intrattenere i giovini li radunati, no. Sale su quel palco per raccontare una storia, la sua storia e quella di altre 623 persone che come lei sono state trattate come mera merce. Ha denunciato davanti a tutti le ingiustizie vissute e ha ribadito un concetto spesso non chiaro: il lavoro, qualunque esso sia, è dignità! Forse è questo il messaggio più grande che è stato urlato da quel palco.

E quell’urlo è uscito dalla voce di una di Cana!!!!

Non importa che sia mia madre, queste parole le avrei scritte per chiunque!

Siamo tutti quanti orgogliosi del coraggio e delle idee che hai urlato a quella piazza e a chi ti ha portato a dover rivendicare il diritto al lavoro!

E’ stato commovente vedere l’intero paese, festante in piazza, interrompere le chiacchiere, la partita a carte e proiettarsi davanti al televisore ad ascoltarti. (più o meno come il dottor Zivago in Palombella Rossa). Ed è stato veramente commovente visto che in molti hanno pianto veramente.

Grazie Marina e grazie mamma…

Vi lascio con il video dell’intervento e con due foto fatte di sfuggita dentro il circolino



Concerto-Primo-maggio-2013-f-620x350

foto 2

foto 3


 

Articoli correlati

Condividi questo post su:

About Author